Regione dell'Evento
Tipologia Evento
Testo
From
To
 

Rosanna Sambataro
Il tuo Consulente Turistico

 
0
 
Il tuo carrello è vuoto
<< | < |  [ 1 ]  |  2  |  3  |  4  |  5  |  > | >>
Giorno 8 dicembre la statua della madonna viene accompagnata alla chiesa matrice dove viene officiata la messa solenne. A conclusione della S. Messa riprende la processione per le vie del paese al suono della banda musicale ed al canto dei fedeli. I balconi delle case vengono tutti vestiti a festa con le coperte più pregiate del corredo familiare.
 
Imponente fiera/mercato di merci d’ogni genere che si protrae dal mercoledì precedente al lunedì successivo compresi. Mercato di suini d’allevamento e per la macellazione. Vengono organizzati punti di ristorazione dove si può degustare il tipico spezzatino curinghese arricchito da altre pietanze della locale cucina tradizionale da innaffiare con un immancabile bicchiere di vino bianco.
 
Tutto comincia Giovedì Santo quando penitenti con pesanti croci sulle spalle attraversano a piedi nudi le viuzze di tutto il paese. Il Venerdì Santo la processione della Addolorata. Il Sabato Santo, la processione del Cristo Morto nel "Monumentu", un baldacchino adorno di veli, velluti, fiori e graziose figure angeliche. Nella Domenica di Pasqua,la processione della Cunfrunta, con il tradizionale incontro fra Gesù Cristo risorto e la Madonna.
 
Il 5 ed il 6 gennaio di ogni anno si svolge a Stilo, in Calabria, la fiera dell'Epifania. Questa si caratterizza per essere una grande fiera campionaria che si svolge tra le piazze di San Francesco e quella di San Giovanni e su tutte le aree pubbliche limitrofe.
 
La festa in onore della Madonna di Portosalvo a Siderno, in Calabria, viene celebrata dal giorno 4 al giorno 8 di settembre con la tradizionale fiera, che si allarga per tutte le vie del centro, per quanto riguarda il rito profano, e con la solenne processione con la statua della Madonna a bordo di una barca in mare il giorno 7 settembre, e la processione per le vie del paese il giorno 8 settembre, per quanto riguarda il rito sacro.
 
Per la Festa di San Rocco a Scilla, in Calabria, i fuochi di mezzanotte, nell'incantevole baia della spiaggia delle Sirene, sono ormai un appuntamento fisso per migliaia di persone provenienti da tutta la provincia. Tradizionale "Trionfino" (ossia corsa a spalla della statua del Santo nella omonima piazza sotto i fuochi pirotecnici).
 
Durante la festa la statua della Madonna del Lauro, la Santa”Protettrice dei marinai”, viene portata dall'omonima chiesa alla spiaggia con una suggestiva fiaccolata. Qui è issata su una barca che prende il largo alla sola luce delle fiaccole. Dietro si snoda il corteo dei fedeli, anch'essi sulle imbarcazioni.
 
Il giorno 16 settembre, quando la statua è riportata in chiesa, accompagnata dal corteo dei fedeli, c'è la tradizionale "entrata al magnesio". La scultura, portata a spalla da alcuni uomini, percorre più volte e a ritmo veloce un tunnel di fuochi d'artificio. Questo rituale rappresenta l'Apocalisse.
 
Nel pellegrinaggio per la festa della Madonna della Montagna di Polsi, l'atmosfera è quella di rito primordiale, con l'uccisione delle capre, poi arrostite sul posto, e l'esecuzione sfrenata della danza della tarantella. La processione della statua della Madonna comincia in piena notte portata su un camion al grido di Viva Maria e prosegue tra le poche vie della frazione di Polsi, portata in spalla dai confratelli pescatori di Bagnara. Le donne nella navata centrale del santuario camminano in ginocchio battendosi il petto.
 
Quella di Maria SS delle Grazie a San Giovanni di Gerace è una festa molto sentita e partecipata, alla quale prendono parte tantissimi pellegrini provenienti da tutti i paesi vicini. La sera del sabato comincia l’intensissima veglia di preghiera (a nottata). Si tratta di uno dei momenti di preghiera più vivi e significativi: per tutta la notte nella Chiesa gremita risuonano canti e preghiere, in un clima di gioia e di attesa per il giorno di festa.
 
<< | < |  [ 1 ]  |  2  |  3  |  4  |  5  |  > | >>